mercoledì 6 febbraio 2008

io e il gatto disquisivamo di saggezza popolare applicata alla vita di tutti i giorni.

il problema nasce sull’ermeneutica dei proverbi che, come tutti possono quotidianamente constatare, lascia molto a desiderare. questo è dovuto al fatto che a volte l’interpretazione è effettivamente errata, oppure perché semplicemente è sbagliato il proverbio, che si è modificato nel tempo dal suo aspetto originario, fino ad assumere l’aspetto comune che noi conosciamo.

espressioni come “non c’è due senza tre” (dovrebbe significare che se ho due euro, ne ho anche tre? o che ontologicamente il due non esiste, ma esiste solo il 23?) oppure “tra moglie e marito non mettere il dito” (è un invito ad evitare pratiche sessuali promiscue? e in che modo?) o anche “mai piangere sul latte versato” (perché lo si allunga e perde la sua genuinità? oppure significa posso piangere solo se lo lascio nel pentolino?) sono ovviamente frasi senza senso alcuno.

ecco come dovrebbero essere alcuni proverbi nella loro forma originaria, con la corretta interpretazione.


1. mai piangere sul latte macchiato

se non lo volevi macchiato non dovevi mettere il caffè. se ce lo metti, poi non devi piangere. quindi prima di fare qualcosa, pensaci.

2. tra moglie e marito non mettere il mito

in un rapporto a due, mai mitizzare qualcuno o qualcosa di reale

3. tanto va la gatta al largo che ci lascia lo zerbino

se lasci andare una gatta al mare, mettendola su uno zerbino, lei cercherà di tornare a riva, ma eviterà di portarsi dietro lo zerbino. funziona anche con i gatti maschi.

4. chi non sa sentire, non sa regnare

il regnante deve ascoltare i sudditi, se vuole sopravvivere a lungo

5. non c'è bue senza re

un animale di allevamento ha sempre bisogno di qualcuno che lo governi

6. can che abbaia, non dorme

se fa tutto quel casino, è evidente che è sveglio

7. chi la fa, l’aspetti

non è che puoi stare in bagno meno di trenta secondi. se vuoi che le cose funzionino, devi prenderti il tuo tempo

8. chi non risika, non rosica

se giochi a risiko, abbi cura di preparare prima degli stuzzichini, in modo da non doverti alzare durante il gioco interrompendolo a più riprese e attirandoti l’odio degli altri partecipanti. se invece non giochi a risiko, puoi anche lasciar perdere.

9. non menare il can per l’aja

rispetta tutte le specie viventi, soprattutto in olanda visto che la protezione animali lì è molto efficiente.

10. chi dorme non piglia pesi

se rischi che qualcuno ti dia troppe cose da fare, resta a dormire, che è la cosa più intelligente da fare.


(questo post è stato scritto con il fondamentale apporto della simo (per almeno una riga, credo). nessuna simo è stata maltrattata per scrivere questo post, nonostante le simo, in genere, sostengano il contrario)


37 commenti:

anonimo ha detto...

le simo in genere sostengono anche che sei cretino.

(e le simo hanno sempre ragione perché sono donne meravigliose).


(s.)

junior ha detto...

dimentichi

golf mangiato golf subito: se devi ingoiare della lana fallo immediatamente, soprattutto se hai dei problemi con gli accenti

a mali estremi, estremi rivedi: in alcuni stati dell'africa le frange della sinistra radicale ricompaiono in maniera ossessiva

chi troppo duole nulla spinge: quando i dolori si fanno lancinanti diventa impossibile fare lavori di fatica

con le buone maniere si ottiene lutto: se devi uccidere qualcuno fallo educatamente

sfidarsi è bene, non fidarsi è meglio: occorre essere aggressivi e competitivi con tutti ed essere molto diffidenti

il martino a loro imbocca: i campanari aiutano la gente durante i pasti

walter chiari, amicizia dunga: attori e calciatori vanno sempre d'accordo

sposa bagnata sposa fortunata: durante la prima notte di nozze è bene che i mariti facciano il loro dovere coniugale

cptuncino ha detto...

ecco pewrchè non ho mai imparato nulla dai proverbi, non erano esatti ecco...

(Il 7 è il migliore lo sa no?!)

pep. ha detto...

uff mi inviti a nozze. (preferisco convivere comunque)

Non c'è due senza te. (anche detto della stupidità dell'idealismo romantico)
Tutto il mondo è palese. (dell'evidenza e dell'ovvietà del reale fenomenico.)
Tutti i nodi vengono al petting. (dei preliminari come test di affinità dicoppia)
Il mondo è bello perchè evado. (dell'evasione come forma mentis.)
La miglior difesa è l'assenzio.(dell'alcol come auto-difesa.)
Lupus infibula.(l'infibulazione nella letteratura per l'infanzia.)
Sbadigliando s'impara.(della pigrizia come metodo alternativo di apprendimento.)
(vabbè il mio preferito)

pep. ha detto...

ah io voto la 2, the best.

pep. ha detto...

(e grande junior)

linda1980 ha detto...

eddai, sono in ufficio, non puoi farmi ridere come una cogliona davanti al monitor :D

Ubikindred ha detto...

Allora, intanto contesto, dato che la miglior difesa è l'attracco, come ben si sa dai tempi dello sbarco in Normandia...

dopodichè ricorderei anche:

- Abbiam fatto trenta, facciamo Patruno! (auguriamoci visto che siamo entrati negli 'anta di raggiungere la veneranda età del buon Lino)

La barba del vicino è sempre più verde (del resto non è colpa nostra, la sua ridotta inclinazione all'igieniche)

Cosca fatta capo ha (conosciamo tutti la rigida gerarchia della criminalità organizzata)

Il troppo Stroppa (soprannome assegnato dai tifosi ingrati allo sfortunato giocatore)

ed infine

Non tutti i mali vengono per suocere (ebbene sì, sfortunato coniuge, la dovrai sopportare ancora a lungo)

eddiemac ha detto...

vi adoro


(comunque era: tutti i nudi vengono al petting)

pep. ha detto...

(no ma abbiamo finito di contestarmi qua? vabbè che sono bionda stupida e analfabeta, però... :) (reciprocità)

qualcdelgenere ha detto...

Chi ha orecchie per intendere, in tenda. (esortazione scout)

Raevan ha detto...

aspetto con ansia (la mia nervosa cugina) il post in cui svelerai i reconditi significati delle filastrocche per bambini.


(come la prese il dottore quando trovò la sua prole fornicare con un trio di rapaci sul comò del suo tinello?)

pulsatilla ha detto...

tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampone (variante natalizia)

meglio un uovo oggi che una colomba domani (variante pasquale)

scarpe diem (quando vedi un paio di scarpe che ti piacciono, comprale e basta; lo dicevano anche i latini)

non c'è due senza thé (saggio di convivialità. ringraziamo infré, il nostro proverbiale sponsor)

moglie e buoi dei paesi tuoi, e pasqua con chi vuoi (d'altra parte, si sa, semel in anno licet insanire, una volta all'anno hai diritto di spargere il seme).


Comunque tu sei una bestia, e sai benissimo il perché. In compenso lunedì martedì e mercoledì sono a 90 km da casa tua, quindi levanta le chiappe.

Daiquirius ha detto...

non mettere le donne e i motori davanti al carro davanti ai buoi...

ok, non è mia, ascoltatevi Elio.


memento more: che non è vero che agli uomini piacciono (solo) le bionde


mutatis mutandas, cambiatevi le mutande


il vino fa buona sangrìa


ambasciator non porta pene, gli eunuchi come messaggeri


chi deprezza compra, con i saldi poi...


finché c'è vite c'è speranza, in osteria, e meglio tarli che mai, come disse l'antiquario.


anche il cocchio vuole la sua parte, mi dice cenerentola, qui.

21bright ha detto...

non sono per niente d'accordo

Eddie, avessi tempo ti spiegherei

tutto (avessi anche spazio per

spiegare tutto e ripiegarlo, che io

non riesco a ripiegare neanche

le cartine stradali o il tom tom),

sopra-ttutto "non c'è 2 senza 3",

che è onto, ma onto, logicamente

profondissima, tipo la fossa delle

Marianne, parlando di Trinità e

Trimurtacci mia.

pazienza, anzi, avevo in mente

mesi fa di fare una rubra apposta

nel mio blog sui provermi, coi

significati untologici, ma poi

tutto è andato a picie (mi costa

carissimo sto tutto).

comunque, al di la di ogni cosa,

e di qualunque brodo primordiale,

"tutto il mondo è paella", e una

minzione speciale, come sempre,

a Pulsatilla e anche Daiquirus

(così adesso tutti gli altri mi

odiano: chissene, "molti nemici...

una gran rottura di balle")

laflauta ha detto...

le simo noi le si sfotte così:


si, mona, si, mona.

Ubikindred ha detto...

Il proverbio del mese rimane buon sangue non morde...

CharlieCappa ha detto...

non tutto il sale vien per cuocere (cit.)

Climacus ha detto...

il "non piangere sul latte macchiato" mi aveva già fatto ridere nel 2004, non ricordo se in maggio o aprile. Comunque, caro eddie, grazie per le risate (i miei preferiti sono "non menare il can per l'aja" e "chi la fa, l'aspetti" che mi ha fatto letteralmente piegare).

hubrys ha detto...

sbagliando s'impala (antico proverbio iraniano)

hubrys ha detto...

prendetevi tutto ma non i miei ebreil (antico proverbio berlinese)

hubrys ha detto...

bello tiempo a candelora, dell'invierno semo fora.

ma se piove o tira viento, dell'invierno semo rentro.

anonimo ha detto...

polemica anti AV: non ci sono più le mezze stazioni

anonimo ha detto...

la seduzione secondo Wallace: vidi - vici - veni

galloz ha detto...

preferisco "Chi la fa l'annusi", ma si sa i proverbi son cosi...

Galloz

pep. ha detto...

patire è un pò morire, e morire è partire un pò troppo. (secondo me in origine era così comunque)

pep. ha detto...

(ops, morire è patire un pò troppo. una erre sempre di troppo.)

21bright ha detto...

insisto sul fatto che dovresti

farti pagare dai lurkers (i guardoni)

e dare una percentuale ai

commendatori, Eddie.

Scrivi a Splinder ed esponi il

tuo caso...umano, vedrai che

anche loro hanno un cuore.

Di sicuro gli viene l'idea di farli

a pagamento...i blog, farli pagare

agli autori intendo ;)

Ekatherine ha detto...

chi cerca trova, e i cocci sono suoi.

(troppi esami archeologici! devo... tornare... in... biblioteca... argh)

ermet4 ha detto...

se rischi che qualcuno ti dia troppe cose da fare, resta a dormire, che è la cosa più intelligente da fare.


vero.

assento e prendo nota.

Poi dormo.

come sempre.

in un altro sogno, già di là.

Bustavuota ha detto...

Un tempo, non in tempo. Comunque anche in tempo.

Bustavuota ha detto...

Eh ma anche quello che avevo scritto io in tempo non era male.

Categong ha detto...

Occhio per occhio dente perdente.

Sull'insensatezza della pratica del baratto nelle società povere di calcio.


Donne e motori gioie e vapori.

Sull'utilità del bagno turco per la perpetuazione della specie durante la rivoluzione industriale.


Il dado è sfatto.

Sulla necessità del rigore logico per la corretta conservazione dei cibi.

delledueluna ha detto...

il mio (infimo) contributo:

non tutti a mali vengono per nuocere

(proverbio che esorta i popoli del nord-ovest africano ad avere fiducia nel prossimo).

eddiemac ha detto...

:)

21bright ha detto...

W le archi-tette Cate-goriche!!! :)

Ubikindred ha detto...

Non confondiamoci: w le archi-tette archi-grosse!